Tutti campioni, nessun gregario!!

Ci hanno convinti che siamo tutti meglio di tutti gli altri, ci hanno convinti che siamo migliori in qualcosa se non in molte cose. Ci hanno convinti che saremo i vincenti, saremo quelli che sfonderanno, ci hanno convinti che siamo fichi, che siamo degli “speciali” che siamo i più intelligenti, i più veloci, i più abili.
Ci hanno convinti che perdere non esiste, che la competizione è più importante di tutto, che il gregario è, per sua natura, un perdente.
Ci hanno convinti che non possiamo arrivare secondi perchè se arriviamo secondi siamo i primi dei perdenti, come dice quel becero esempio che è Briatore.
Ci hanno convinti che la collaborazione è roba da sfigati, che la competizione è sana perchè porta ad eccellere, perchè chi eccelle tira la volata a tutti gli altri.
Ci hanno convinti che tutti, ma proprio tutti, abbiamo un posto nella storia e che nessuno di noi è destinato all’oblio, a non diventare qualcuno.

Tutte queste convinzioni ce le hanno messe in testa anni di educazione al consumo e al capitalismo sfrenato ed insano, anni in cui il mondo non aveva limiti di crescita, anni in cui il mondo non aveva limiti morali.
Ci hanno messo in testa queste cose perchè sembrava giusto, creando così una società che non è solo competitiva, ma è brutale, agguerrita, violenta. La competizione si è esacerbata fino a diventare il male, perchè mutata e diventata qualcosa di diverso.

Il Web ha amplificato tutto questo, rendendo quello che prima era una “corsa al Grande Fratello” una fatto normale: la guerra dei like, la micro-fama, la voglia di “farcela” senza sapere fare nulla, ma solo perchè ci hanno detto che DOBBIAMO farcela.

Dobbiamo iniziare a cambiare direzione, se vogliamo migliorare: dobbiamo iniziare a dire ai nostri ragazzi che il perdere con dignità è un valore, che il fallire non è morire e che senza i fallimenti non potremmo migliorare mai.
Dobbiamo pensare che il mondo del Web collaborativo è un valore intrinsecamente superiore al successo personale, perchè non può esistere un successo personale in un mondo fatto di macerie morali. Il Web di domani, il Web Potenziato e il Web 3.0 saranno la nostra speranza e la dobbiamo cavalcare.
In definitiva, quello che dobbiamo fare è imparare che non siamo tutti speciali, che non tutti “ce la faremo” e che non farcela non è una sconfitta ma la normalità. Dobbiamo imparare che lavorare insieme è meglio che lavorare per schiacciare gli altri.
La normalità non è il male, la normalità è normale: tentare di migliorare noi stessi e la nostra posizione è normale, lottare è normale, accanirsi e sentirsi migliori per partito preso no, non lo è.

by http://www.rudybandiera.com

Un bauletto per il Pronto Soccorso

Creare Scout

Cucire, a mano o a macchina, sembra molto più complicato di quanto lo sia veramente. Ed invece, una volta imparato ad inserire correttamente il filo negli ingranaggi (della macchina), il grosso è fatto. Non è così difficile realizzare qualche piccolo oggetto di uso comune.

E’ sempre comodo poter realizzare ciò che ci serve, esattamente nelle dimensioni e nei colori che ci servono (e spendendo poco o niente).

Io ad esempio avevo bisogno di un piccolo contenitore per portare nello zaino il materiale base del pronto soccorso: cerotti, acqua ossigenata, disinfettante, garze. C’è sempre qualche lupetto che si scontra con cemento, rami o spine. (O mensole di ferro, vero Akela PL? :))

Detto, fatto!


<

Ecco quello che serve:

2 rettangoli di stoffa rossa 31×23 cm

2 rettangoli di pannolenci giallo 31×22 cm + poco per fare le 2 crocette

una cerniera gialla lunga 37 cm

fili giallo e rosso

ago…

View original post 474 altre parole

Quaderni con copertina 3d

Creare Scout

Quaderni gomma crepla tutorial

Se state cercando una piccola attività manuale per le vacanze di branco, che costa poco e che i bambini possono fare da soli quasi senza assistenza, siete sul blog giusto. 🙂

Avevo pensato questa attività per le VdB di quest’anno, ma poi è stata soppiantata da qualcosa di molto meglio 😉 … e rimandata a settembre.

Comunque voglio darvi lo stesso l’idea… nel caso qualcuno volesse realizzare dei piccoli quaderni insieme a lupetti / coccinelle.

 

Ecco quello che serve:

gomma crepla

fogli di gomma crepla

fogli di carta bianca

sagome varie

forbici

colla liquida

pinzatrice (con i punti da almeno 1 cm)

La GOMMA CREPLA: per chi non la conosce, è un materiale un po’ particolare, che si trova nei brico o nelle cartolerie meglio fornite. Sono fogli di gomma spessa 2 mm, morbida e facilissima da tagliare. Questo la rende perfetta per l’utilizzo dei bambini. Ogni foglio A4…

View original post 228 altre parole